Le associazioni A.Ge. raccolgono gruppi di genitori che, ispirandosi ai valori della Costituzione Italiana, delle Dichiarazioni dei Diritti dell’Uomo e del Fanciullo e dell’etica cristiana, intendono partecipare alla vita sociale per fare della famiglia un soggetto politico.

Botti di Capodanno. Sì, ma con prudenza

Prodotti all’apparenza innocui possono provocare lesioni varie in chi li usa, soprattutto se minori. Attenzione nella scelta, prudenza nell’acquisto, giudizio nell’utilizzo. L’Age pubblica i consigli dei medici dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma a genitori e ragazzi per divertirsi in sicurezza la notte di San Silvestro.

 

imagesIl 50% delle lesioni dei piccoli pazienti è rappresentato da ustioni, seguite da danni agli occhi, ai i timpani e agli arti (amputazioni)”. Arrivano direttamente dai medici dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma l’appello a genitori, nonni e ragazzi al buon senso nella scelta, l’acquisto e l’utilizzo dei botti di Capodanno. Proprio durante le festività di fine anno aumentano gli incidenti gravi legati all’uso improprio dei fuochi artificiali o, peggio, dell’utilizzo di prodotti pirotecnici illegali. Spesso a finire in ospedale sono i bambini: lo scorso anno 89 dei 350 feriti registrati a Capodanno sono stati minori, di cui 43 avevano meno di 12 anni di età. Napoli la provincia più colpita con 50 feriti, seguita da Bari con 26 e Roma con 23. Di qui la priorità per genitori e ragazzi di rispettare alcuni norme di comportamento fin dalla vendita di botti e giochi pirotecnici, ma anche in caso di lesioni da scoppio. I pediatri del Bambino Gesù li spiegano in questo manuale per una notte di San Silvestro sicura che l’Age pubblica. Perché “i botti, anche quelli apparentemente più innocui – sottolineano i medici -, come le stelline, le micette e i petardi, sono pericolosi e devono essere innescati solo in presenza di adulti”.

 

Vendita

E’ sempre vietata la vendita ai minori di 14 anni di qualsiasi prodotto pirotecnico (compresi quelli di “libera vendita”) e, in ogni caso, il loro uso da parte di minori di 18 anni è consigliabile che avvenga sotto la supervisione diretta di un adulto. Anche a chi ha più di 18 anni è raccomandata la massima prudenza nell’impiego di qualsiasi pirotecnico. Chi vende questi prodotti deve essere munito di una licenza, sulla quale è sempre riportato il nome e cognome del titolare, il quale ha l’obbligo di esporla in modo ben visibile.

 

Acquisto.

Tutti i fuochi di artificio, specialmente quelli di libera vendita, devono sempre essere provvisti di un’etichetta chiara e facilmente leggibile, sulla quale devono essere riportate, tra l’altro, le complete istruzioni per un uso sicuro del prodotto.

Diffidare, comunque:

– dei fuochi di artificio sprovvisti di una chiara e completa etichetta. Sono illegali e dovrebbero essere immediatamente ritirati dal commercio e distrutti. – dei venditori sconosciuti. Diffidare delle bancarelle improvvisate, sulle quali spesso sono in vendita prodotti non conformi e vietati.

E’ opportuno, in presenza di queste condizioni, avvisare il 113 per fermare la vendita illegale dei prodotti.

 

Istruzioni

Prima dell’acquisto leggere attentamente le istruzioni. Se non sono chiare, non comprare il fuoco d’artificio. Sull’etichetta, oltre agli estremi del provvedimento ministeriale di riconoscimento, deve essere anche presente il nome del produttore o quello dell’importatore, che sono i responsabili della sicurezza e della conformità del fuoco d’artificio al modello depositato presso il “Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Ufficio per l’Amministrazione Generale – Ufficio Polizia Amministrativa – Area Armi ed Esplosivi”. Sull’etichetta è riportata anche la “categoria” di appartenenza.

I fuochi di IV e V Categoria possono essere venduti, a particolari condizioni e da persone in possesso di una specifica licenza di polizia, solo a maggiorenni muniti di speciali autorizzazioni di polizia.

La loro vendita in forma ambulante è sempre vietata.

Questi fuochi, anche quando sono omologati, non sono mai destinati ad un uso interno (tra le pareti di casa) e, comunque, il loro corretto impiego, in relazione ai più elevati indici di pericolosità intrinseca agli oggetti, richiede speciali attenzioni ed esperienze.

I fuochi di “libera vendita” non possono essere venduti ai minori di 14 anni. Tale divieto è sempre riportato sull’etichetta.

Anche per l’uso di questi prodotti pirotecnici è sempre necessario usare la massima cautela, seguendo attentamente le istruzioni.

In ogni caso, i fuochi artificiali che hanno un più elevato indice di pericolosità sono quelli -normalmente chiamati “botti”- ad effetto scoppiante (raudi, tracchi, ecc.).

 

Maneggio e uso

Seguire sempre le istruzioni riportate sull’etichetta o sugli eventuali fogli illustrativi che accompagnano il prodotto. In ogni caso valutare attentamente le condizioni nelle quali si utilizza il prodotto, tenendo conto degli effetti, e rispettare queste semplici regole:

  • I bambini non debbono maneggiare fuochi di alcun tipo. Anche le apparentemente più innocue “stelline” pirotecniche possono, se maneggiate senza le dovute attenzioni, causare lesioni a un bambino;
  • Non maneggiare mai fuochi di artificio in prossimità di fiamme libere di qualsiasi tipo (comprese le sigarette accese) e non collocarli né utilizzarli in prossimità di liquidi o contenitori di gas infiammabili;
  • Evitare di tenere il fuoco in mano, in prossimità del viso, del corpo o nelle vicinanze di cose infiammabili (tende, divani, tappeti, sterpaglie secche, etc.);
  • Non dirigere mai un fuoco artificiale in direzione delle persone o, in caso in cui l’effetto pirotecnico preveda la proiezione a distanza (come per i razzi), anche di case o costruzioni. Se possibile, fissare bene il fuoco artificiale a un sostegno, controllando che la traiettoria dell’effetto pirotecnico sia libera, allontanandosi subito dopo l’accensione;
  • Stare distanti dai fuochi d’artificio dopo la loro attivazione. Non solo dà maggiore sicurezza all’utilizzatore, ma gli consente di godersi meglio gli effetti pirotecnici di luce e di suono;
  • Non raccogliere mai da terra fuochi artificiali apparentemente inesplosi: potrebbero essere difettosi e attivarsi in condizioni tali da causare gravi danni.

 

Lesioni da scoppio

In caso di lesioni da scoppio vanne seguite alcune regole:

  • Prima di tutto rimuovere i vestiti intorno alla bruciatura senza strapparli;
  • Quindi raffreddare la pelle con acqua corrente del rubinetto per almeno 20 minuti;
  • Il passo successivo è quello di coprire l’ustione con un panno pulito e asciutto senza utilizzare creme e senza rompere le bolle;
  • Dopo aver somministrato un analgesico in caso di dolore, il bambino deve essere accompagnato al pronto soccorso più vicino.



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Abbiamo aggiornato l'Informativa secondo la "EU Cookie Law". Puoi continuare ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su "Accetta" permettendo il loro utilizzo.

Chiudi