full screen background image
Le associazioni A.Ge. raccolgono gruppi di genitori che, ispirandosi ai valori della Costituzione Italiana, delle Dichiarazioni dei Diritti dell’Uomo e del Fanciullo e dell’etica cristiana, intendono partecipare alla vita sociale per fare della famiglia un soggetto politico.

Azzolini (Age): Famiglia, Renzi se ci sei batti un colpo

COMUNICATO STAMPA

Roma, 24 febbraio 2014

Azzolini (Age): Famiglia, Renzi se ci sei batti un colpo

Premier Renzi dove è finita la delega per la famiglia? Sparita già dal governo del suo predecessore Letta, accantonata ormai con mesta rassegnazione la possibilità di vedere anche nel suo nuovo esecutivo un Ministero della famiglia, le chiediamo almeno di assegnare esplicitamente la delega a un sottosegretario”. Così Fabrizio Azzolini, Presidente nazionale dell’Age (associazione italiana genitori), si unisce alla richiesta del Forum delle associazioni familiari.

“Le famiglie, soprattutto quelle con figli – spiega Azzolini -, sono le protagoniste della società e il nucleo fondante per la coesione sociale e la tutela dei più deboli. Ma quotidianamente arrancano tra le difficoltà economiche e quelle di allevare e crescere i figli. Le politiche familiari sono scarsissime, eppure fondamentali per il rilancio del Paese, anche considerando che la famiglia rappresenta un vero ammortizzatore sociale. Ma per la famiglia non si sente neppure il bisogno di istituire se non un ministero, almeno una delega?”.

“Unendoci alla richiesta del Forum delle Famiglie, cui come Age siamo membri – prosegue Azzolini -, chiediamo a Renzi un sottosegretario alla famiglia che attui il Piano nazionale della famiglia, definendo tempi e risorse certe per la realizzazione, e che stabilisca il cronoprogramma della Conferenza nazionale sulla famiglia, che rischia nuovamente di essere rinviata.

Sarebbe – conclude Azzolini – un segnale importante per rasserenare il clima antifamiglia che si respira nel nostro Paese. Anche perché, caro Presidente Renzi, solo 6 anni fa in occasione del Family Day lei difendeva le famiglie, adesso quando la sentiamo parlare di unioni civili, molto simili ai Dico del governo Prodi contro cui fu organizzato proprio il Family Day, a noi associazioni familiari viene il dubbio che abbia rottamato anche valori non negoziabili e principi costituzionali fondanti la Repubblica Italiana, come l’art. 29 e l’art. 31. Batta un colpo deciso e netto pro famiglia”.

 

 




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi