full screen background image
Le associazioni A.Ge. raccolgono gruppi di genitori che, ispirandosi ai valori della Costituzione Italiana, delle Dichiarazioni dei Diritti dell’Uomo e del Fanciullo e dell’etica cristiana, intendono partecipare alla vita sociale per fare della famiglia un soggetto politico.

Genitori (A.Ge.): Azzolini, chiediamo una legge speciale sulla famiglia

COMUNCIATO STAMPA Roma, 5 febbraio 2014 Genitori (A.Ge.): Azzolini, chiediamo una legge speciale sulla famiglia “Una legge speciale sulla famiglia da scrivere insieme, associazioni e parlamentari davvero vicini alle famiglie”. Lo chiede a gran voce Fabrizio Azzolini, presidente nazionale dell’A.Ge. (Associazione italiana genitori) dopo che l’aula del Senato ieri sera ha approvato il testo della legge delega fiscale uscito dalla Commissione Finanze, depennando gli emendamenti concordati con le associazioni familiari da tutti gli schieramenti politici perché si introducesse nelle legge il principio del carico familiare. “Si stabiliva – sottolinea Azzolini – il principio che il fisco non potrà mai essere equo se non saprà riconoscere i carichi familiari. Un principio a costo zero per il bilancio dello Stato. Mentre si finanziano con 10 milioni di euro per corsi di formazione per i docenti in educazione all’affettività. I genitori, le famiglie non chiedono soldi, né privilegi, ma solo che si applichi la Costituzione che all’art. 31 parla di sostegno pubblico alle famiglie e all’art. 53 di capacità contributiva. Invece, la scelta dei nostri senatori si è dimostrata o ideologica anti-famiglia o di totale indifferenza per il valore sociale della famiglia”. “Per questo motivo – conclude Azzolini – chiediamo a gran voce una legge speciale sulla famiglia e non più emendamenti su singoli argomenti. Una proposta di legge da scrivere insieme, associazioni familiari e politici, mettendoci tutti la faccia. Chi se la sentirà, poi, di non votarla? Basta a difese della famiglia solo strumentali e opportunistiche. Basta riempirsi la bocca di belle parole e false promesse. Le famiglie vogliono fatti, non chiacchiere. Sono loro il futuro della nostra nazione: famiglie che non fanno i conti prima di mettere al mondo i figli, nonostante la crisi economica. Famiglie che lo Stato non sostiene, neppure quando si tratta solo di introdurre il principio di equità fiscale a misura di famiglia”.  




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi