Le associazioni A.Ge. raccolgono gruppi di genitori che, ispirandosi ai valori della Costituzione Italiana, delle Dichiarazioni dei Diritti dell’Uomo e del Fanciullo e dell’etica cristiana, intendono partecipare alla vita sociale per fare della famiglia un soggetto politico.

Natale e preside Rozzano. Genitori Age: Intervenga ministro Giannini, via ideologia dalla scuola

Comunicato stampa

Roma, 28 novembre 2015

Natale e preside Rozzano. Genitori Age: Intervenga ministro Giannini, via ideologia dalla scuola

Azzolini: Preside non è padrone della scuola, le decisioni sono condivise. L’integrazione non è laicismo

“Chiediamo l’intervento ufficiale, chiaro e netto del ministro dell’istruzione sulla decisione di Marco Parma, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo Garofani Rozzano, che ha annullato in concerto di Natale degli alunni della primaria rinviandola a gennaio e trasformandola in Festa d’Inverno”. Fa appello direttamente al ministro Giannini il presidente dell’Age (Associazione italiana genitori) Fabrizio Azzolini commentando la decisone del preside di una scuola del milanese che ha annullato, per tragici fatti di Parigi, la festa di Natale.

“L’inclusione non passa per la cancellazione della storia, delle tradizioni e dei simboli fondanti ed identitari di un popolo e di un Paese – insiste Azzolini -. Lo dimostrano chiaramente proprio le conseguenze che vediamo in questi giorni del modello di integrazione interculturale francese, che ha tolto ogni simbolo religioso in nome di una laicità dello Stato che nei fatti diventa laicismo. Evidentemente il preside e le istituzioni scolastiche sono miopi”.

“Ricordiamo poi al preside Parma e ai vertici dell’amministrazione scolastica e del Miur che – aggiunge Azzolini – il preside non il padrone assoluto della scuola. Ma deve condividere scelte importanti, come questa, con tutta la comunità scolastica fatta da docenti, genitori e alunni. E ci domandiamo dove siano ora tutti i politici, i sindacalisti, gli insegnati pronti a urlare contro il preside sceriffo in provvedimenti normativi come per la riforma della Buona Scuola? Perché nessuno interviene? Parma non ha sentito i genitori della scuola, non ha sentito neppure le famiglie mussulmane o di altri credo religiosi. Se l’avesse fatto avrebbe capito di essere completamente fuori strada: occorre preservare le tradizioni religiose e culturali della nostra società, non svuotarle”.

“Il furore ideologico tutto resti fuori dalla scuola – conclude Azzolini -. Ministro Giannini intervenga con fatti concreti. Non ha forse proprio lei emanato una circolare sul Pof che ribadisce chiaramente che nella scuola italiana non c’è posto per nessuna ideologia?”.

 

Ufficio stampa Age:

ufficiostampa@age.it

@age_onlus




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Abbiamo aggiornato l'Informativa secondo la "EU Cookie Law". Puoi continuare ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su "Accetta" permettendo il loro utilizzo.

Chiudi