Le associazioni A.Ge. raccolgono gruppi di genitori che, ispirandosi ai valori della Costituzione Italiana, delle Dichiarazioni dei Diritti dell’Uomo e del Fanciullo e dell’etica cristiana, intendono partecipare alla vita sociale per fare della famiglia un soggetto politico.

L’impegno dell’A.Ge. a favore della “Lotteria del Papa”

images“L’Age quest’anno invierà biglietti d’auguri natalizi solo via mail. Le spese per la stampa e la spedizione dei tradizionali biglietti cartacei sono state devolute a favore della lotteria di beneficienza, indetta in Vaticano da Papa Francesco per finanziare i progetti del Pontefice destinate ai poveri”. Fabrizio Azzolini, presidente dell’Age (Associazione nazionale genitori), spiega la decisione di sostenere la “Lotteria di beneficienza per le opere di carità del Santo Padre” con i soldi che l’associazione usava per i biglietti d’auguri natalizi: 600 euro che questo Natale saranno utilizzati dall’Age per acquistare 60 biglietti della lotteria papale.

“La proposta di aiutare anche noi genitori i poveri che Francesco sostiene economicamente, ma anche consolando, attraverso il suo elemosiniere monsignor Corrado Krajewski ha appassionato le famiglie della nostra associazione – prosegue Azzolini -. Quello del biglietto d’auguri natalizi dell’Age era una tradizione associativa consolidata, che coinvolgeva i bambini e le scuole dove è presente l’Age. Ogni anno attraverso un concorso per gli studenti a cui veniva chiesto di disegnare il biglietto, veniva scelta l’immagine d’auguri che l’Age inviava per Natale e il disegno originale veniva consegnato al ministro dell’istruzione in occasione della celebrazione al Miur della Giornata europea dei genitori a scuola. Una tradizione che quest’anno sostituiamo con la lotteria papale”.

“Partecipare alla Lotteria del Papa è semplice – ricorda Azzolini, rilanciando l’iniziativa tra gli associati -. Bisogna recarsi in Vaticano dove si può acquistare un biglietto da 10 euro pei punti vendita di monete e francobolli, alle poste vaticane, in farmacia e nei musei. L’estrazione avverrà l’8 gennaio. In palio come premi ci sono i regali fatti al Pontefice negli ultimi mesi: primo premio una Panda bianca donata a Francesco dagli operai della Fiat; secondo, terzo e quarto premio sono biciclette; quinto premio un tandem; sesto una videocamera digitale ad alta definizione di marca giapponese. E poi, una macchina da caffè, dispositivi wireless per telefoni e  lettori audio, penne pregiate, cornici d’argento, orologi, borsa portadocumenti, un cappello Panama bianco e circa 30 premi ‘di consolazione’”.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Abbiamo aggiornato l'Informativa secondo la "EU Cookie Law". Puoi continuare ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su "Accetta" permettendo il loro utilizzo.

Chiudi