Le associazioni A.Ge. raccolgono gruppi di genitori che, ispirandosi ai valori della Costituzione Italiana, delle Dichiarazioni dei Diritti dell’Uomo e del Fanciullo e dell’etica cristiana, intendono partecipare alla vita sociale per fare della famiglia un soggetto politico.

“Immischiati a scuola” nelle Marche

Questo è il secondo anno in cui il Forum Marche partecipa e si organizza per portare avanti il progetto del Forum delle Associazioni familiari “immischiati a scuola”. Ci siamo ritrovati per la seconda volta nella splendida cornice di Stella Maris ad Ancona per sottolineare l’importanza della partecipazione dei genitori nella scuola.                                   Come lo scorso anno questo è l’incontro di avvio utile a sensibilizzare le associazioni che fanno parte del Forum Marche, ben 29, ad organizzare nella loro zona incontri di formazione ed informazione per genitori che hanno figli a scuola. L’AGe, in qualità di associazione che fa parte del FoNAGS, quindi riconosciuta dal MIUR, si farà carico di seguire gli incontri di formazione per genitori che fanno parte degli Organi Collegiali là dove saremo chiamati dalle altre associazioni che fanno parte del FoRUM Marche.

Lo scorso anno abbiamo organizzato tre incontri, uno di apertura e presentazione di “Immischiati” e due di formazione ed informazione dei genitori presidenti del consiglio di istituto di due province: Ancona e Macerata tenuti e promossi nell’ambito delle attività del FoRAGS Marche. Durante gli incontri abbiamo esaminato insieme ai genitori criticità, proposte e osservazioni presentando a seguire il documento di relazione finale all’Ufficio Scolastico Regionale.

All’intervento di apertura, Massimo Iavarone rappresentante dell’USR Marche e responsabile del FoRAGS Marche, ha comunicato che sarà presto pronta la lettera per tutte le scuole della regione dove, su richiesta del Forags, si sollecita i dirigenti scolastici ad inviare in visione con congruo anticipo la documentazione relativa agli argomenti da discutere in sede di consiglio di istituto in quanto il non invio o il semplice invio all’ultimo minuto sembra essere prassi comune in molti istituti scolastici, come segnalato dai presidenti del consiglio di istituto intervenuti agli incontri. Inoltre ha sottolineato come il MIUR stesso sollecita la partecipazione dei genitori nella scuola e di quanto sia importante se non fondamentale la collaborazione delle famiglie con le scuole nell’educazione dei nostri figli.

Giuseppe Misale, responsabile del progetto Immischiati del Forum Nazionale delle associazioni dei genitori ci ha portato la sua esperienza di genitore, padre di tre figli, in qualità di “immischiato” a scuola. Ci ha raccontato delle mille difficoltà, degli scontri con la dirigenza delle scuole non abituati a genitori a volta ingombranti, a volte invadenti, ma che con il tempo e acquisendo sempre più familiarità con i meccanismi che regolano la scuola, la collaborazione diventa importante e proficua per tutti, primi i nostri figli.

Il dirigente scolastico Francesco Savore, autore del nuovo vademecum per genitori “rappresentanza è partecipazione. L’alleanza educativa scuola-famiglia. Vademecum per il genitore consapevole” ci ha presentato il suo lavoro: un libretto per ora distribuito online a chi ce ne farà richiesta ma che la Regione Marche ha promesso di stampare e distribuire nelle scuole. L’idea del vademecum è nata diversi anni fa dall’AGe che ne curò la stampa e da distribuzione agli incontri di formazione per genitori.                                                                                                                 In occasione del progetto “immischiati” è nata lo scorso anno l’idea di aggiornare il vademecum con tutte le novità fino a settembre 2017, quindi con i decreti delegati, la legge sul cyberbullismo e molto altro.                                             Il libretto cita tutte le norme che regolano il funzionamento della scuola e dei suoi organi interni sottolineando quelli che riguardano la partecipazione dei genitori. Una guida utile a tutti di cui si può fare richiesta gratuita all’email agemarche@age.it

Ivana Staffolani, presidente di AGe Marche ha portato la sua esperienza di genitore “immischiato” chiamato a partecipare ai tavoli di discussione che riguardano le famiglie nella Regione. Quest’anno l’AGe ha partecipato alla Consulta Regionale per la Famiglia, al Tavolo interistituzionale regionale per l’istruzione, alle riunioni per definire il calendario scolastico e la rete di autotrasporti scolastici. Tutti tavoli in cui la componente genitori si trova a confrontarsi con la politica, con i sindacati scolastici, con i sindaci … in cui le famiglie sono relegate in un angolino dopo la spending review, dopo gli interessi degli enti locali e di quanti lavorano per gli enti pubblici. Far sentire la voce dei genitori non è facile e a volte ci troviamo a far presente esigenze fondamentali che non si erano prese in considerazione, come la soppressione in corso di anno scolastico di alcune corse degli autotrasporti o del fatto che non si è parlato in alcuna sede della sicurezza degli ambienti scolastici in una regione che ancora conta i danni del terremoto. Quindi anche da questi esempi risulta importante la partecipazione dei genitori negli organi rappresentativi delle famiglie che sarebbe completamente assente se non ci fossero le associazioni dei genitori.

 

In definitiva ritengo che il progetto del Forum delle Associazioni Familiari “immischiati a scuola” sia utile all’AGe nella maniera in cui riesce ad aprire le porte alla formazione dei genitori che fanno parte degli Organi collegiali anche in quei luoghi in cui l’AGe non è presente ma viene chiamata a collaborare con le altre associazioni familiari che fanno parte del Forum dando modo ai genitori locali di conoscere la nostra associazione.

Ivana Staffolani – AGe Marche




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Abbiamo aggiornato l'Informativa secondo la "EU Cookie Law". Puoi continuare ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su "Accetta" permettendo il loro utilizzo.

Chiudi