Le associazioni A.Ge. raccolgono gruppi di genitori che, ispirandosi ai valori della Costituzione Italiana, delle Dichiarazioni dei Diritti dell’Uomo e del Fanciullo e dell’etica cristiana, intendono partecipare alla vita sociale per fare della famiglia un soggetto politico.

Giornata Unità nazionale, l’Age lancia Tricolore Vivo

Concorso scolastico per tutti gli studenti italiani, dalla primaria alle superiori, sull’art. 30 della Costituzione, la libertà educativa dei genitori. I primi tre classificati saranno ricevuti dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Azzolini: “Promuovere il valore di cittadinanza e le radici dell’essere italiani”

Per la “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera” l’Age lancia Tricolore Vivo, il concorso per gli studenti che quest’anno, giunto alla X edizione, diventa nazionale. “Il 17 marzo il Paese ricorda l’anniversario del giorno in cui, dopo un lungo percorso di unificazione, fu proclamato il Regno d’Italia – spiega Fabrizio Azzolini, presidente nazionale dell’Age (associazione nazionale genitori) -. Abbiamo deciso di lanciare il concorso scolastico nazionale Tricolore Vivo in occasione della Giornata dell’Unità nazionale per riaffermare e consolidare l’identità nazionale, trasmettere il senso di appartenenza  a un insieme di valori e radici comuni, promuovere il valore di cittadinanza: tutti obiettivi non solo delle celebrazioni del 17 marzo, ma anche del nostro concorso, ideato e promosso finora dall’Age di Palermo. Quest’anno, per la sua X edizione, Tricolore Vivo diventa concorso scolastico nazionale”.

Gli studenti delle scuole primarie, delle medie e delle superiori di tutta Italia hanno tempo fino al 15 aprile per inviare un elaborato scritto o multimediale o un’opera grafico-pittorica che, con immediatezza e originalità, illustri le proprie riflessioni sull’art. 30 della Costituzione “E’ dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori dal matrimonio”. La libertà dei genitori di educare i figli, dunque, è al centro del concorso.

“Tricolore Vivo – aggiunge Sebastiano Maggio, presidente dell’Age Palermo – vuole sensibilizzare il mondo della scuola all’amore e al rispetto del simbolo per eccellenza dell’unità nazionale e nel contempo riflettere su un articolo della Costituzione scelto anno per anno”. “La scelta per il 2015 dell’art. 30 – prosegue Azzolini – è coerente con gli sforzi dell’Age sul diritto/dovere prioritario dei genitori di educare i figli, intensificatisi in particolare nell’ultimo anno sia formando e informando i genitori sul tema, sia intervenendo e prendendo posizione nel dibattito pubblico e all’interno delle diverse istituzioni. Non ultimo sostenendo e promuovendo, con altre associazioni, la petizione online per una sana educazione sessuale a all’affettività che ha raccolto in poche settimana oltre 100mila firme e che presto consegneremo al premier Matteo Renzi, al ministro dell’istruzione Stefania Giannini e al presidente della Repubblica Sergio Mattarella”.

I primi tra classificati al concorso Tricolore Vivo saranno ricevuti proprio dal presidente della Repubblica.

Intanto, le scuole interessate potranno inviare i propri elaborati alla sede dell’Age regionale della propria regione (elenco consultabile su www.age.it) oppure, se nella regione d’appartenenza manca una l’Age regionale, alla sede nazionale dell’Age a Roma. Per le scuole di Palermo e provincia e per gli istituti delle sole città di Salemi, Lercara Friddi e Giardini Naxos si consiglia di consultare il bando del concorso per verificare le modalità di partecipazione.

Selezionati i finalisti regionali, i primi tre classificati a livello nazionale saranno scelti entro il 24 aprile dalla Commissione centrale del concorso, composta dal presidente nazionale dell’Age, dal commissario straordinario della provincia di Palermo, dal dirigente dell’ufficio scolastico provinciale di Palermo e da una coppia di genitori designati dall’Age.

La premiazione si svolgerà a maggio.

“L’edizione nazionale di Tricolore Vivo – conclude Azzolini – si inserisce negli sforzi che la nostra associazione compie perché i figli credano nelle Istituzioni e i genitori rafforzino in loro le radici dell’ essere italiani e per gli stranieri di amare e rispettare l’Italia”.

Per info e bando del concorso: ww.age.it oppure agepalermo@libero.it

 




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Abbiamo aggiornato l'Informativa secondo la "EU Cookie Law". Puoi continuare ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su "Accetta" permettendo il loro utilizzo.

Chiudi