Le associazioni A.Ge. raccolgono gruppi di genitori che, ispirandosi ai valori della Costituzione Italiana, delle Dichiarazioni dei Diritti dell’Uomo e del Fanciullo e dell’etica cristiana, intendono partecipare alla vita sociale per fare della famiglia un soggetto politico.

…E se bastasse una stretta di mano?

In questi ultimi mesi le notizie di aggressioni verbali e fisiche ai docenti da parte di alunni e genitori ormai è quasi diventata una modalità di interazione che sconvolge a dir poco … tutti chiamati in causa a dire la propria opinione. Guardo con nostalgia al passato dove la scuola era un luogo sicuro protetto scevro da diffidenza e sospetto, ma sopratutto vi era quel Patto di Fiducia e Rispetto sancito semplicemente da una stretta di mano tra genitori e insegnanti. Oggi la scuola è inondata di prassi o” procedure” come linguaggio vuole, che fanno si che l’alunno sia un nome in elenco e i docenti gli esecutori di incombenze burocratiche da attuare rigorosamente su prestampati. Le nostre scuole sono diventate tristemente dei luoghi di archivi cartacei pieni di contenuti più o meno utili, ma che hanno tolto tempo
alla comunicazione e alla conoscenza. Insomma è venuto a mancare il rapporto umano, il dialogo tra tutte le componenti responsabili dell’educazione.
Il vero nodo sta nella cessazione di quella comunicazione reciproca e rispettosa ma sopratutto sovvraposta che si è creata negli anni. Il disorientamento è stato tale che ormai la scuola non è più considerata come luogo della formazione e dell’apprendimento ma come un Ufficio della Pubblica Amministrazione di cui si rilasciano certificati e/o schede. Io direi a questo punto, lasciamo che i docenti si riapprioprino del prorio autorevole ruolo professionale che sono chiamati a svolgere, lasciamoli lavorare senza burocrazia o adempimenti incombenti, facciamo in modo che un giusto provvedimento disciplinare non scaturisca in un processo pubblico, facciamo in modo che emerga di nuovo il vero è importante ruolo della scuola! I genitori hanno la responsabilità di collaborare con fiducia rispettando i ruoli, ma sopratutto svolgendo un affiancamento costruttivo!
Gli anni della scuola coincidono con la crescita e lo sviluppo non solo fisico ma sopratutto caratteriale quindi a noi la responsabilità di decidere quale futuro dare ai nostri ragazzi dandoci, perché no? una reciproca e sana stretta di mano!
Rosaria D’Anna
Presidente Nazionale AGE




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Abbiamo aggiornato l'Informativa secondo la "EU Cookie Law". Puoi continuare ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su "Accetta" permettendo il loro utilizzo.

Chiudi