Le associazioni A.Ge. raccolgono gruppi di genitori che, ispirandosi ai valori della Costituzione Italiana, delle Dichiarazioni dei Diritti dell’Uomo e del Fanciullo e dell’etica cristiana, intendono partecipare alla vita sociale per fare della famiglia un soggetto politico.

Baskin e AGe: connubio perfetto.

La legge 107 del 2015, nota come la Buona Scuola, e i decreti attuativi del 07/04/2017 introducono “l’obbligo , per la scuola, di tener conto della presenza di alunne e alunni disabili”, quindi di inserire nel PTOF un piano per l’inclusione, finalizzato a garantire la piena realizzazione dell’inclusione degli studenti con disabilità. Il campo delle attività motorie storicamente ha rifiutato o ostacolato le persone con deficit nell’espressione di sé e nella realizzazione delle proprie potenzialità, vedendo spesso il corpo della persona con disabilità un corpo “da nascondere” o solo da accudire o riabilitare.

Il Baskin, al contrario, mostra che le attività motorie e sportive se intese nel senso dell’inclusione e fondate su principi di equità e rispetto, possono portare la persona con disabilità, proprio attraverso il suo corpo, ad esplorare nuovi confini di sé, a trovare nuove occasioni di incontro, di ascolto e di sviluppo, potenziando le proprie abilità.

L’inclusione, infatti, è un complesso sistema di relazioni, ove far emergere l’umanità e le diversità di tutti, per dar vita ad un sistema unitario, che si compone di tutte le parti, nessuno escluso. Il Baskin nasce dall’ esigenza di offrire a tutti, in pari condizioni di opportunità, una attività sportiva integrata, dove giocare insieme, maschi, femmine, persone con deficit diversi e persone cosiddette normodotate, per costruire un contesto inclusivo, socializzante e ricco di significati per tutti,   coinvolgendo le famiglie  per creare opportunità e sostegno.

Il corso di Baskin per docenti di scienze motorie e sostegno, organizzato dalla referente Baskin Puglia e Basilicata, pres. AGe Avetrana ,Sig.ra Anna Maria Leobono e dall’Ufficio Scolastico Regionale Puglia, con la collaborazione del dirigente scolastico prof. Mario Biagio Portaccio dell’I.I.S.S.Calasso, sede del corso, ha lo scopo di offrire un modello di attività sportiva che consenta di realizzare l’inclusione a scuola; un modello che dalla palestra deve essere esportato ad ogni contesto scolastico e dalla scuola deve investire l’intera società.

 




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Abbiamo aggiornato l'Informativa secondo la "EU Cookie Law". Puoi continuare ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su "Accetta" permettendo il loro utilizzo.

Chiudi