Le associazioni A.Ge. raccolgono gruppi di genitori che, ispirandosi ai valori della Costituzione Italiana, delle Dichiarazioni dei Diritti dell’Uomo e del Fanciullo e dell’etica cristiana, intendono partecipare alla vita sociale per fare della famiglia un soggetto politico.

Age Roma, GIOVANI E LAVORO: Disoccupazione in calo, spingere su alleanza scuola- lavoro

Il Centro Italiano di Promozione e di Assistenza per la Famiglia e l’A.Ge. Roma “Genitori e Famiglia Protagonisti” hanno promosso un convegno sul tema alleanza scuola-lavoro, che si svolgerà nel pomeriggio di mercoledì 4 ottobre, alle ore 16.00, presso l’ITIS Galileo Galilei (via Conte verde, 51), nell’ambito della Settimana della Famiglia organizzata dal Forum delle Associazioni Familiari del Lazio e dall’Ufficio di pastorale familiare della diocesi di Roma.

All’incontro oltre al Direttore dell’USR dott. Gildo De Angelis parteciperanno i Presidenti, vice Presidenti e segretari dell’Age, Nazionali e regionali, sociologi e educatori di grande spessore ed esperienza quali il prof. Cocozza e il Prof. Battimiello il quale arricchirà il convegno con la sua esperienza sul campo per tanti anni in  una realtà divenuta simbolo dei problemi sociali e dei giovani e proporrà una visione nuova della scuola basata sulla riscoperta del metodo  applicato da Don Milani alla scuola di Barbiana.

«I dati diffusi ieri e commentati anche dal premier Gentiloni, sul calo della disoccupazione giovanile ci conforta, ma non basta – spiegano gli organizzatori -. Il tema del lavoro è sempre più centrale per il futuro della società e delle famiglie perciò vogliamo essere accanto all’istituzione scolastica in questa sfida di rinnovamento. Riteniamo che i genitori debbano affiancare la scuola, gli insegnanti e gli alunni, che sono i loro figli, collaborando attivamente alla riuscita di questa impresa. L’Ufficio Scolastico regionale è stato particolarmente sensibile alla nostra offerta di collaborazione e di questo lo ringraziamo assicurando il massimo impegno affiche i frutti siano il più copiosi possibile».

«Troppo spesso – prosegue la nota -, infatti la collaborazione è intesa come intromissione, per lo più di persone che non ne hanno le competenze, nelle scelte e nei metodi didattici invece che nella apertura della scuola al mondo esterno e nella organizzazione funzionale e strutturale, per aprire gli occhi dei giovani al mondo e per responsabilizzarli ai compiti che dovranno assumere di li a pochi anni.

Soprattutto a Roma è assai difficile coinvolgere e far partecipare i genitori ad incontri, riunioni manifestazioni, a causa della vita stressante e dei tempi biblici che la città ci impone e con cui ci opprime. Però una sollecitazione va data e i ragazzi possono essere essi stessi veicolo per sensibilizzare i loro genitori a condividere e interessarsi dei loro percorsi formativi e anche ad associarsi per meglio far sentire la loro voce.

Riteniamo, invece, che sia fondamentale valorizzare il protagonismo delle famiglie e dare ascolto ai genitori e a chi li rappresenta nelle associazioni e fare in modo che tutti siano responsabilizzati – in base al proprio ruolo – nella sfida educativa», conclude la nota.

Rosaria D’Anna, Presidente Nazionale AGE




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Abbiamo aggiornato l'Informativa secondo la "EU Cookie Law". Puoi continuare ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su "Accetta" permettendo il loro utilizzo.

Chiudi