Le associazioni A.Ge. raccolgono gruppi di genitori che, ispirandosi ai valori della Costituzione Italiana, delle Dichiarazioni dei Diritti dell’Uomo e del Fanciullo e dell’etica cristiana, intendono partecipare alla vita sociale per fare della famiglia un soggetto politico.

Associazione Italiana Genitori Onlus 1968-2018

Nel 2018 l’A.Ge. compie 50 anni.

Il punto di partenza per la costituzione dell’A.Ge. è stato la constatazione che nella nostra società, non c’era un luogo (in senso figurato) in cui i genitori “in quanto tali” potessero incontrarsi per dibattere ed approfondire i problemi connessi al loro impegnativo ruolo di responsabili della educazione dei figli; non c’era, soprattutto, un modo di far udire negli ambienti che contano la voce dei genitori “in quanto tali”.”

L’A.Ge. ha avuto la coscienza di segnare un fatto nuovo nella società italiana: l’avvio delle famiglie da una posizione passiva, di oggetti, ad una posizione attiva, di soggetti. Soprattutto nei rapporti con l’istruzione pubblica si trattava di cambiare dal profondo abitudini mentali secolari, radicate sia nella mentalità dei genitori, cresciuti fin qui nella convinzione di non avere diritti nella sulla scuola, sia nella mentalità dei docenti, ritenutisi fino a tempi recenti unici depositari in nome dello Stato dell’autorità e della verità.

Riportiamo alcuni pensieri di Ennio Rosini, fondatore dell’A.Ge, tratti da alcuni scritti a dimostrazione dell’attualità e modernità di A.Ge. e del suo operare.

  • Sarebbe sterile creare le strutture per un dialogo tra famiglia e scuola se contemporaneamente non si avesse cura di preparare i genitori ad interloquire con cognizione di causa, poiché l’enorme maggioranza di essi non saprebbe tuttora cosa dire in tale dialogo. Ai genitori disorientati dalle dissonanze di tante voci, tra le quali è difficile distinguere il provato dal gratuito, il sensato dall’assurdo, l’Associazione dice: parliamone tra noi e occupiamocene noi.
  • È ora che, nello spirito di un’autentica democrazia le famiglie pongano mano all’opera di organizzare da sé la soluzione dei gravissimi problemi, rifiutando l’imbelle abitudine di aspettarsi tutto dall’alto. Un concetto sarà tenuto sempre presente: la buona volontà incompetente è dannosa come la cattiva volontà. Primo segno di buona volontà vera è la serietà spassionata e travagliante della ricerca.
  • Quella che l’A.Ge. persegue è una rivoluzione di costume e le rivoluzioni di costume sono necessariamente lente e difficili. Un errore da cui guardarsi bene è quello di pretendere subito strepitosi successi.
  • Purtroppo non esistono solo gli inquinatori dell’aria, dell’acqua e delle coltivazioni: esistono anche gli inquinatori del cervello e del cuore umano, gli inquinatori della psiche, soprattutto nell’età dello sviluppo. E non sono meno pericolosi. L’AGe si scontrerà, nella sua azione, con coloro che essa giudica, alla luce dei propri principi, inquinatori: non perché collocati nell’uno o nell’altro schieramento politico, ma solo per questa attività negativa.
  • Oggetto dell’impegno dell’A.Ge. è la persona nella fase che va dal suo concepimento sino al raggiungimento della maturità. I problemi della società adulta la interessano solo per quanto si riflette sulla crescita fisica e spirituale delle giovani generazioni, cioè solo per quanto concerne l’educazione…
  • L’A.Ge., prefiggendosi lo scopo di adoperarsi affinché nelle famiglie, nelle scuole, nella società i fanciulli e i giovani siano educati al rispetto dell’uomo in quanto uomo, all’indipendenza del proprio spirito, alla ricerca della verità, in un contesto pedagogico di armonia tra lo sviluppo della individuale personalità e lo sviluppo della socialità, sa di fare qualcosa di valido per qualsiasi tipo di società, in qualsiasi sistema economico e politico sia organizzata o la si voglia organizzare…
  • “L’AGe, coltivando in base ai principi etici e pedagogici da essa scelti l’essere umano che cresce, ha la coscienza di servire la causa di tutti i cittadini, a qualunque ceto sociale appartengano e di qualunque orientamento politico siano. Ciò implica ai suoi iscritti l’adesione chiara e cosciente ai detti principi”.
  • FIDUCIA … L’A.Ge. è nata da un atto di fiducia: fiducia nella perfettibilità delle istituzioni, fiducia nella possibilità dei cittadini di inserirsi utilmente nelle istituzioni in veste di attori e non più di semplici spettatori, fiducia nella capacità degli uomini di recepire alla lunga le idee buone, se c’è chi le sa loro presentare…
  • DIALOGO … “L’A.Ge. ha sempre indicato nel dialogo il mezzo più efficace per giungere a buoni risultati: dialogo con i figli, con gli insegnanti, con i politici, con i portatori di differenti concezioni culturali… per noi il dialogo è confronto di opinioni, ordinato alla ricerca in comune della verità”.
  • … dobbiamo favorire fuori e dentro la scuola le iniziative nelle quali vivere l’amicizia, l’amicizia, arricchirsi spiritualmente, fare le prime esperienze di impegno sociale, di creatività, di sana competizione… Non possiamo limitarci a chiamare i vari esperti per farci insegnare quello che dobbiamo dire e fare. Né possiamo incaricare altri, chiunque essi siano, ad esprimere quello che noi dobbiamo dire.
  • Il lavoro nell’Age. I genitori dell’A.Ge. sanno che non basta in famiglia la volontà di educare, e non basta fuori dalla famiglia partecipare agli organismi educativi della società: è necessario svolgere tale opera con chiarezza e competenza di idee
  • L’A.Ge. è stata finora una grande équipe di lavoro nella quale i genitori si sono dedicati a scoprire e conseguire ciò che è bene per la crescita dei figli in armonia con il bene di tutta la comunità, con spirito di collaborazione e di autentico dialogo, insieme a tutte le componenti dei processi educativi.

Il rinnovo dell’adesione all’A.Ge. Nazionale per il 2018 riafferma il desiderio di “far parte” di questa grande famiglia, dona valore alle attività che ognuno di voi porta avanti nel proprio territorio, le rende visibili a livello nazionale, insieme partecipi di un “soggetto unitario” presente e riconosciuto nella società e nelle istituzioni a tutti i livelli.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Abbiamo aggiornato l'Informativa secondo la "EU Cookie Law". Puoi continuare ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su "Accetta" permettendo il loro utilizzo.

Chiudi