Le associazioni A.Ge. raccolgono gruppi di genitori che, ispirandosi ai valori della Costituzione Italiana, delle Dichiarazioni dei Diritti dell’Uomo e del Fanciullo e dell’etica cristiana, intendono partecipare alla vita sociale per fare della famiglia un soggetto politico.

23 settembre 2017 la CEI incontra le associazioni. Presente anche l’A.Ge.

23 settembre 2017 la CEI incontra le associazioni

L’ufficio per la pastorale familiare della CEI in vista dell’apertura del nuovo anno pastorale, ha organizzato un incontro con i rappresentanti delle associazioni e dei movimenti che si occupano di famiglia presso l’Abbazia delle Tre Fontane a Roma. Tema: Amoris Laetitia.

L’A.Ge. occupa in questo contesto un posto rilevante in quanto associazione laica, ma per statuto di ispirazione cristiana, quindi sempre disponibile ad un dialogo sulle sollecitazioni che la chiesa ci offre in tema di famiglia, educazione e rispetto del prossimo.

Animati dalla consapevolezza che come afferma Papa Francesco: ”Oggi, più importante di una pastorale dei fallimenti, è lo sforzo pastorale per consolidare i matrimoni e così prevenire le rotture” (AL 307).

Il direttore dell’ufficio famiglia, Paolo Gentili, ci chiede di uscire sempre più da visioni asfittiche e stagnanti per aprirci ad un rapporto fecondo, certi che l’istituto familiare è perno unificante dell’azione pastorale della Chiesa. Sottolineando inoltre che, coloro i quali svolgono un ruolo associativo vivono un impegno sociale che connota una pienezza spirituale profonda.

Altra esortazione che è stata rivolta alle parrocchie, che dovrebbe essere recepita anche dalle associazioni, è quella di essere i primi esempi di applicazione del welfare nei confronti della famiglia.                                                                    L’ampio approfondimento dedicato alle vie per accompagnare i giovani nel decifrare nel discernimento quotidiano la via da intraprendere, le scelte da fare “nella luce dello Spirito” rispetto alla gestione di casa, lavoro e figli  come scelta libera e consapevole. Affermazione utile per ribadire l’affermazione iniziale di Papa Francesco, che vuole vedere donne e uomini protagonisti della loro storia e del loro destino, capaci di sviluppare scelte consapevoli e durature, in grado di garantire una coerente implicazione educativa nei confronti dei figli.

Oggi le associazioni, in special modo quelle che si occupano di famiglia, devono manifestare una rinnovata capacità nell’accompagnare le famiglie.

Rosaria D’Anna, Primo Galassi




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Abbiamo aggiornato l'Informativa secondo la "EU Cookie Law". Puoi continuare ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su "Accetta" permettendo il loro utilizzo.

Chiudi